contenuto di pagina

Se fossi una pecora verrei abbattuta? Storie di persone, animali e inquinamento

Inserito da francesca il 12 Gennaio, 2012 - 15:18

sommario
“Per capire quanto l’aria è inquinata si possono usare i licheni, si possono osservare o analizzare le api, si possono monitorare altri piccoli insetti… e lo stesso si fa con noi umani. Nel nostro sangue, capelli, unghie, latte si depositano le sostanze che ci circondano, anche gli inquinanti, e noi possiamo funzionare come un vero e proprio ‘termometro’ per misurare la qualità dell’ambiente”.
21 Jan 2012 - 10:30
21 Jan 2012 - 13:30

Il libro di Liliana Cori, "Se fossi una pecora verrei abbattuta? Storie di persone, animali e inquinamento”, spiega in maniera semplice e chiara come anche gli esseri umani possano essere degli efficaci bioindicatori, cioè dei filtri nei cui tessuti si accumulano i metalli pesanti contenuti nei cibi che mangiamo, nell'aria che respiriamo e nelle innumerevoli sostanze chimiche con le quali veniamo in contatto lungo tutto l'arco della nostra vita.
promo-copertina del libroMa il libro impone anche una riflessione più complessa su quale prezzo siamo disposti a pagare (per noi, per i nostri cari, per l'ambiente in cui viviamo, per le future generazioni) in nome dello sviluppo e della crescita economica.

Sabato 21 gennaio alle ore 10,30
nella sala delle Biblioteca Fabrizio Giovenale del Centro di Cultura Ecologica
presentano il libro
l'autrice Liliana Cori
con Giorgio Nebbia e Elena Gagliasso
introduce Stefano Petrella



links:
| XHTML 1.1 Valido | Valid CSS! | Level Triple-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 | [Valid RSS] |
torna al menu di pagina